Valeggio sul Mincio. Nuovo Doblò per il trasporto delle persone con disabilità per la casa di riposo Toffoli

Argomento:
Provincia:

L’Arena, 4 luglio 2022

L’Ulss 9 si assume i costi dell’ambulanza infermierizzata. Il Sos festeggia anche il nuovo Doblò per la «Toffoli», purtroppo già danneggiato da vandali. È stata una festa, sabato scorso, quando il presidente del Sos, Thomas Zilio, davanti alla sede operativa che si trova nel Centro Polifunzionale, ha annunciato un doppio risultato: l’assunzione dei costi per l’ambulanza infermierizzata da parte dell’Ulss 9 e l’inaugurazione del nuovo Doblò per il trasporto sociale che sarà utilizzato dagli operatori dell’Opera assistenziale «Stefano Toffoli».
L’intrusione Purtroppo la festa è stata rovinata da un’intrusione notturna nel parcheggio sotto la casa di riposo «Toffoli», dove l’Opera ricovera i propri mezzi. Ad essere presi di mira il Doblò jumper, per il trasporto dei disabili, al quale è stato rotto il vetro lato guida, e il nuovo Doblò a cui è stato danneggiato il display. «Sono fatti che colpiscono duramente», ha detto amareggiata Rosangela Canesso, presidente dell’associazione, «e quando accadono per un attimo ti chiedi se vale la pena di andare avanti. Poi pensi che bisogna investire sulla coscienza sociale, facendo anche educazione civica, perché il costo del danno su un bene che serve a tutti ricade poi su ogni cittadino. Se si trattasse di ragazzi vorrei che i genitori invitassero i figli a rimborsare i danni». Difficile che chi ha commesso il vandalismo (sono state tagliate anche le gomme dell’auto di un residente) non conoscesse quanto fa l’associazione: dal servizio di trasporto alla raccolta e ritiro di ricette, all’assistenza personalizzata. Solo i servizi di trasporto sono stati 1555 nel 2021 con 68739 km percorsi e 2804 ore di volontariato che diventano 7347 nei vari servizi. Ora la «Toffoli» ha chiesto più sicurezza al Comune. Poi il presidente del Sos ha spiegato che l’arrivo di un nuovo Doblò per il trasporto sociale è stato possibile per l’intervento della società «Progetti del Cuore» che ha raccolto la sponsorizzazione di una cinquantina di aziende locali. Sull’ambulanza fornita dall’Ulss9, Zilio ha spiegato che è frutto di un partenariato tra Azienda sanitaria e Croce Verde di Verona che ha distribuito le postazioni. «C’era già un’ambulanza infermierizzata, dal 2020», rimarca il presidente, «ma questo servizio era possibile perché le varie amministrazioni succedutesi ci avevano sostenuto, così come la Fondazione Toffoli, con 80 mila euro. È anche un riconoscimento, visto che nel 2019 le schede regionali non prevedevano per Valeggio un mezzo infermierizzato. Forse hanno inciso gli alti numeri di servizi e impegni dei volontari di Sos Valeggio (160 tra Valeggio e Villafranca)». Si è anche ampliato il raggio d’azione delle ambulanze Sos che hanno raggiunto Malcesine e anche Villabartolomea, andando oltre l’ex Ulss 22.

Articoli di rassegna correlati