Povegliano. Botti dipinte dai ragazzi con disabilità all’asta, il ricavato di 2700€ all’associazione Anch’io di San Giovanni Lupatoto

Argomento:
Provincia:

L’Arena, 30 settembre 2022

Si poteva toccare con mano la solidarietà in occasione dell’asta delle undici botti di vino, disegnate dai disabili dell’associazione «Anch’io» di San Giovanni Lupatoto. L’iniziativa svoltasi alla «Pasquetto vini» di via Pompei 11 a Povegliano ha visto la partecipazione di una quindicina di famiglie di disabili e di molti benefattori. I rilanci per gli acquisti delle botti avvenivano uno dopo l’altro in una gara di solidarietà, durata poco più di un’ora, veramente ammirevole fino a raccogliere 2.735 euro. «Questa somma», fa sapere la presidente del gruppo che riunisce una trentina di famiglie di disabili, Elena Bonizzato, «sarà destinata all’arredamento dei due appartamenti a disposizione dell’associazione nell’ambito del progetto «Dopo di noi», promosso dal Comune di San Giovanni Lupatoto».
D’altro canto, l’asta, condotta dal musicista Gianmario Porcaro della «Popomusic», ha rappresentato un momento di grande allegria e solidarietà grazie ai numerosi benefattori presenti che non hanno badato certo a spese, donando fino a 350 euro per un salottino, composto da botte e due poltroncine in legno.E così tutti questi contenitori, disegnati dai disabili coordinati dal maestro Massimo Bressan, andranno ad allietare i momenti di svago anche di alcuni locali a Povegliano. «La nostra è una tradizione che continua», ha concluso Silvia Pasquetto al termine della manifestazione «la prima «asta» l’avevamo fatta nel 2017: le botti erano state dipinte dagli artisti di Povegliano ed il ricavato era stato donato in beneficenza alla Parrocchia per il restauro del circolo giovanile alla Madonna dell’Uva Secca».

Articoli di rassegna correlati