Ponte nelle Alpi. Gli ospiti della Casa del Sole attivi attraverso la semina

Argomento:
Provincia:

Il Gazzettino, 7 maggio 2022

PONTE NELLE ALPI Anche il Comune di Ponte nelle Alpi ha aderito alle giornate regionali de Il Veneto semina gentilezza organizzando due iniziative che favoriscono l’incontro tra le generazioni attraverso il mestiere più vecchio al mondo: la semina, affondando le mani nella terra. E lo ha fatto coinvolgendo la Casa di riposo, gestita dalla Fondazione Casa del Sole, e i ragazzi della scuola primaria impegnati nell’orto-giardino a Paiane, adiacente al Teatro Pierobon. A Ponte, i volontari dell’associazione Accanto all’anziano e… hanno abbellito il giardino della struttura piantando fiori colorati, mentre i nonni ospiti parteciperanno con una serie di cartelli esplicativi rispetto a diverse specie floreali e con frasi sulla gentilezza. L’evento si è tenuto venerdì 29 aprile e, per motivi di carattere sanitario, è stato riservato ai soli ospiti e operatori della struttura. A Paiane, invece, i volontari del Comitato frazionale hanno individuato un’area da adibire a diversi tipi di semina: piante da campo, da orto, fiori e erbe officinali. In questo senso protagoniste sono state le classi della scuola primaria di Oltrerai parteciperanno alla semina e alla descrizione delle piante messe a dimora, con la creazione di cartelli esplicativi. Non mancata nemmeno la presentazione di ricette da realizzare agli ortaggi piantati, oltre alla lettura di testi o poesie sulla gentilezza. «La gentilezza ha fatto sapere l’amministrazione comunale – rappresenta un modo di essere nell’approccio con il prossimo. È una disposizione interiore che si traduce in azioni concrete nella quotidianità. È delicatezza, disponibilità, attenzione, rispetto. È il prendersi cura di una persona, un animale, un angolo verde».

Articoli di rassegna correlati