Arsiè. Addio a Loreta De Zorzi, per 33 anni operatrice della casa di riposo San Giuseppe

Argomento:
Provincia:

Il Gazzettino, 29 settembre 2022

ARSIÈ Una folla ha voluto dare l’ultimo saluto ieri a Loreta De Zorzi, stroncata dal male a soli 60 anni. Nessuno è voluto mancare ai funerali che si sono svolti nella Arcipretale di Arsié: oltre ai famigliari, amici, colleghi di lavoro e conoscenti anche di Fonzaso, dove Loreta era nata nel 1962. Di professione era stata operatrice sanitaria per 33 anni nella casa di riposo San Giuseppe di Arsié. È deceduta nella sua casa nella Zona Industriale di Arsié dove il marito Savino Conz ha una carrozzeria e là sono stati allevati i figli Giacomo e Annalisa. Il marito è stato giocatore del Rugby Feltre e così lo è anche il figlio Giacomo: ieri la nutrita rappresentanza in divisa della società feltrina. Alle esequie era presente anche la madre Corso Corinna, che ha già perso un’altra figlia.
IL RICORDO Loreta era cresciuta a Fonzaso tanto che il rito è stato concelebrato dal parroco di Arsié Alberto Pelosio che ha detto: «Oggi se muore uno a 60 anni si dice è morto un giovane». Don Alberto Vallotto ha ricordato che il primo giugno del 1980 ha celebrato nella parrocchiale di Fonzaso il matrimonio di Loreta e Savino. Mentre il parroco di Arsié ha detto d’aver sentito dire dal marito Savino: «I 42 anni passati assieme a Loreta sono stati molto felici». Il direttore della casa di riposo San Giuseppe Emanuele Dall’Agnol ha fatto un encomio della defunta Loreta per la serietà e precisione, indomabile, nel lavoro svolto per 33 anni tra gli ospiti e nei laboratori della San Giuseppe.
LA PARTECIPAZIONE La presenza di molte persone compreso il sindaco di Arsié, Luca Strappazzon, e i componenti ancora in vita dell’amministrazione di Antonio Padovan (anni 90-95) di cui Savino Conz aveva fatto parte con impegno. Anche di Fonzaso c’erano ex-amministratoti tra cui il cugino di Loreta l’ex-sindaco Gianluigi Furlin. Diversi i dirigenti presenti delle attività della Zona Industriale di via dei Martiri di Arsié. Insomma c’erano tanto conoscenti e amici di Loreta che del marito Savino. Insomma c’erano tanto conoscenti e amici di Loreta che del marito Savino. Erano anni che non si vedeva una folla del genere che con le auto avevano riempito tutti gli spazi della piazza Guglielmo Marconi e dell’area del municipio e vie vicine.

Articoli di rassegna correlati