Rovigo. Dall’opposizione in consiglio comunale richiesta un’illustrazione sulla situazione di Iras e Casa Serena

Argomento:
Provincia:

Il Gazzettino, 9 settembre 2022

L’OPPOSIZIONE ROVIGO Due invocazioni rivolte al sindaco dal capogruppo della Lega Michele Aretusini, che chiede un’illustrazione della situazione di Casa Serena in commissione, e del capogruppo della Lista Gambardella Antonio Rossini, per un’accelerazione. «Bisogna sottolineare – rimarca Rossini – che i problemi da risolvere non incidono sulla qualità dei servizi, grazie al direttore Avanzi e ai lavoratori che ogni giorno assicurano alti standard qualitativi. L’Iras è nel pieno delle sue funzioni, la città e il Polesine possono contare di portare in assistenza gli anziani sapendo che sono e saranno in buone mani». Tuttavia, Rossini evidenzia come il consiglio comunale ha «deliberato decine di migliaia di euro per consulenze tecniche che servivano, è stato detto, per definire entro giugno come risolvere il deficit e l’utilizzo di Casa Serena, e per provvedere alla probabile revisione della convenzione. Caro sindaco, così non va proprio bene: siamo a settembre e si susseguono articoli che mettono in risalto una situazione non ancora conclusa. Si sbrighi a chiudere la pratica Iras che i tempi sono maturi».Aretusini tende la mano all’amministrazione, ma chiede chiarezza. «Non nascondiamo, come Lega, la preoccupazione per una situazione che non è facile da risolvere, ma in questa fase sarebbe inutile e dannoso esasperare contrapposizioni politiche, cercare di sfruttare a fini inutilmente polemici le emergenze e le urgenze che stanno connotando il sistema di Rsa, Ipab e case di riposo. Crediamo sia fondamentale condividere la conoscenza della situazione, per lavorare assieme a una soluzione. Unicamente in senso costruttivo, vorremmo invitare il sindaco a partecipare a una riunione della commissione consiliare competente. Saremmo felici sepotessero prendere parte anche il commissario Iras e i rappresentanti sindacali».

Articoli di rassegna correlati