Nuovo consorzio Geras tra le Ipab di Dolo, Chioggia e Mirano, i sindacati: Difficile attrarre nuovi dipendenti con il passaggio dal contratto degli enti locali a quello Uneba

Argomento:
Provincia:

Il Gazzettino, 21 gennaio 2023

DOLO E’ ormai decollato il nuovo consorzio fra Ipab che vede coinvolte tre istituti dell’ULSS 3 Serenissima: Residenza Riviera del Brenta di Dolo, Ipab Casson di Chioggia e Ipab Mariutto di Mirano riunitisi nella società consortile GERAS Servizi alla Persona Società Consortile a r.l.’ e i sindacati sono molto attenti per cercare di capire lo sviluppo che tale nuova realtà porterà a livello di gestione del personale. A tal proposito interviene Paolo Lubiato della fp Cisl. «Ci poniamo la questione di come si possa risolvere il problema dei posti liberi per carenza di personale andando ad adottare un contratto di lavoro peggiorativo rispetto quello in essere, ovvero quello uneba’, di natura privatistica, rispetto a quello pubblico degli enti locali. Anche perchè, come più volte segnalato da tutte e tre le organizzazione sindacali, Cgil, Cisl e Uil, attualmente l’ obbiettivo, visto il tipo di utenza che ormai hanno queste strutture, sia quello di operare come sanità pubblica. La cosa che fa più specie, in particolare nelle residenze di Dolo è Mirano, è che le organizzazioni sindacali non sono state neppure minimamente coinvolte nella progettualità e la cosa, per noi della la Cisl fp, è veramente incomprensibile. Le notizie che filtrano’ indicano che ci dovrebbe essere una chiusura definitiva ma non si sa su cosa, per ora si intravede un contenitore il consorzio ma non si sa il contenuto se non un contratto peggiorativo per il personale, che sicuramente non sarà appetibile per le professionalità mancanti e di cui queste ipab hanno bisogno per un auspicabile rilancio».

Articoli di rassegna correlati