Isola della Scala. Festa in casa di riposo Benedetto Albertini per i 100 anni di Severina Filippi

Argomento:
Provincia:

L’Arena, 1 ottobre 2022

Severina Filippi taglia il traguardo del secolo cantando «Quel mazzolin di fiori», memore dei bei tempi passati.La centenaria è stata festeggiata da parenti e amici nei giorni scorsi alla casa di riposo Benedetto Albertini dove risiede dal 2015.Severina, nata il 17 settembre 1922 nella frazione di Pellegrina di Isola della Scala, prima di cinque fratelli, ha vissuto in un periodo storico difficile segnato dalla guerra mondiale, povertà e anche da un grave incidente che le ha compromesso gli arti inferiori, ma con la sua tempra e tenacia è riuscita a superare ogni difficoltà e arrivare a spegnere cento candeline.Dopo il matrimonio si è trasferita a Verona dove ha lavorato per lungo tempo come assistente-infermiera di un noto pediatra veronese, dedicando la sua vita ai bambini che, tiene a precisare, la chiamavano sempre zia.Amante del ballo e della buona cucina, ricorda che il suo cavallo di battaglia era il risotto con la zucca che ancora oggi i nipoti ricordano.Severina regala sorrisi e non si stanca di ringraziare ripetutamente chi le ha organizzato la festa di compleanno. «Oggi non è più come un tempo, tante cose sono cambiate», commenta, rivelando che il suo elisir di lunga vita potrebbe essere stato proprio il famoso risotto con la zucca, ma forse più l’imperdibile rito giornaliero di concedersi un mezzo bicchiere di vino con un pezzo di pane inzuppato.
Si emoziona quando incontra il vicesindaco Federico Giordani che ha visto crescere a Pellegrina e che rivede con piacere dopo tanti anni con la fascia tricolore, giunto per portarle i calorosi auguri dell’amministrazione comunale.La centenaria è stata premiata con una targa raffigurante la torre scaligera, consegnata dalla consigliera delegata di Pellegrina, Alma Olivieri.Il presidente della casa di riposo isolana, Marco Bettini, l’ha invece omaggiata con un bouquet di fiori.

Articoli di rassegna correlati