Borgo Valbelluna. Il consigliere Dal Magro: Valbelluna Servizi fa i conti con il caro bollette e la carenza di personale

Argomento:
Provincia: ,

Il Gazzettino, 27 settembre 2022

BORGO VALBELLUNA «Siamo il terzo comune della provincia: sulle partecipate dobbiamo pesare di più». L’appello della minoranza, con i consiglieri comunale de Il tuo Borgo, Flavia Colle e Dario Dal Magroiovedì, è forte e chiaro. Arriva nell’ambito dell’analisi del consiglio comunale di Borgo Valbelluna, si è discusso della ratifica di tre variazioni di bilancio e l’approvazione del bilancio consolidato 2021. «In relazione alle variazioni di bilancio il gruppo di minoranza il Tuo Borgo – fa sapere la capogruppo Flavia Colle -, ha espresso soddisfazione per lo stanziamento di 115.000 euro deliberato per l’acquisto dell’attrezzatura sportiva finalizzata ad ottenere la completa omologazione della pista di atletica in località La Lora di Mel. Dopo due anni di Covid, investire nello sport a favore dei giovani e meno giovani, soprattutto attraverso l’attività di base, è una efficace medicina per il superamento del periodo di isolamento ed un aiuto per mantenere un sano stato di salute».
L’OPERA I lavori di rifacimento della pista di atletica leggera di Borgo Valbelluna errano iniziati due anni fa. L’anello, realizzato dall’azienda Tagliapietra di Basiliano (Udine), andrà a completare gli impianti sportivi in località La Lora, a Mel, già oggetto nei mesi scorsi dei lavori di riqualificazione che hanno interessato l’illuminazione e il sistema di irrigazione automatico del campo di calcio. In precedenza, erano state rifatte anche le pedane dei salti e di parte dei lanci (giavellotto e peso). Ora, invece, l’intervento riguarda l’anello a sei corsie e consisterà nella posa di un manto sintetico che andrà a sovrapporsi al pre-esistente fondo in asfalto. E verrà inoltre completata la pedana dei lanci lunghi (martello e disco), esterna al campo principale. I lavori di riqualificazione dell’impianto costeranno complessivamente 650mila euro, finanziati grazie a un mutuo sottoscritto dall’amministrazione comunale di Borgo Valbelluna con l’Istituto del Credito sportivo. L’altra questione. Il consigliere Dario Dal Magro, nei suoi interventi duranti il Consiglio, ha sottolineato l’importanza delle opere manutentive realizzate dall’Unione Montana Valbelluna ed auspicato che i lavori siano efficaci e veloci onde evitare che ad esempio muri di sostegno, come quelli di Via F.lli Como a Trichiana, «possano nel frattempo franare con successivi costi di ripristino molto più elevati rispetto ad una ordinaria manutenzione».
PARTECIPATE Circa il bilancio consolidato del Comune di Borgo Valbelluna, Dal Magro ha proposto «che il consiglio discuta gli indirizzi da dare alle sue partecipate». Essendo il terzo Comune della Provincia per numero di abitanti, «è opportuno che dia indicazioni circa il futuro di Bim infrastrutture, che potrebbe gestire la partita centrali idroelettriche e dei rifiuti», ha affermato il consigliere. Sul tema rifiuti ha proposto «approfondimenti circa l’operazione acquisizione Dolomiti Ambiente SpA, da parte delle quattro società partecipate dai Comuni, che andrebbe ad appesantire per oltre 2 milioni di euro i loro bilanci. Un debito che, senza un efficace e concreto piano industriale, potrebbe ricadere sulle bollette dei rifiuti che i singoli cittadini debbono pagare». Infine Dal Magro ha lamentato la mancanza di informazioni circa la situazione economica di Valbelluna Servizi Srl, società interamente controllata dal Comune di Borgo Valbelluna, che gestisce le tre Case di Riposo che ospitano un’utenza debole e che ha dovuto affrontare un lunghissimo periodo di isolamento. La Valbelluna Servizi, «pur avendo sinora ottenuto risultati superiori alla media provinciale, sicuramente deve affrontare, oltre a pesanti aumenti dei costi di gestione, anche la difficoltà a reperire personale. Bene infine l’ incarico ad un professionista per la redazione di un progetto per l’eliminazione delle barriere architettoniche e l’erogazione di un contributo di 2.100 euro a favore dell’associazione Donne vittime di violenza», ha chiuso il consigliere Dario Dal Magro.

Articoli di rassegna correlati