Villorba. Una nuova auto per Vivere Insieme per il trasporto di anziani e persone con disabilità

Argomento:
Provincia:

Il Gazzettino, 4 dicembre 2021

VILLORBA Nuova auto attrezzata targata Mom per il servizio del trasporto socio-assistenziale dedicato ad anziani, persone con disabilità e cittadini in difficoltà. La convenzione siglata tra il Comune e la società dei bus e delle corriere ha permesso di potenziare i mezzi a disposizione dell’associazione di volontariato Vivere Insieme, che solo nello scorso anno ha garantito oltre 8.700 trasporti. L’auto è già stata consegnata. E ora è pronta a partire. «Il servizio è sempre più utile alla nostra comunità -spiega il sindaco Francesco Soligo- questo a fronte di diversi fattori come l’invecchiamento della popolazione, con conseguente aumento di patologie legate all’età, la difficoltà ad accedere a servizi di carattere sanitario, assistenziale, educativo o formativo da parte di persone in situazione di particolare disagio e, non ultima, l’oggettiva complessità per familiari lavoratori di ottenere permessi per accompagnare congiunti a visite o altro». La convenzione con Mom ha aperto le porte alla fornitura del mezzo a canone agevolato, che include i costi di manutenzione e le tasse. Con possibilità di riscatto dopo 5 anni. Più un corso di formazione per i volontari che lo useranno. «Mom è un’azienda del trasporto pubblico locale, ma è anche una impresa sociale -sottolinea Giacomo Colladon, presidente della società- la nostra mission è dare risposte alle esigenze di mobilità, con un’attenzione particolare verso chi è più svantaggiato. Per raggiungere questi obiettivi è necessario attivare iniziative virtuose con le istituzioni del territorio. Il progetto avviato con il Comune di Villorba e con il terzo settore va in questa direzione».
LA DONAZIONE ALLA LILT Sempre a Villorba, ieri mattina il Centro di Medicina ha ufficialmente consegnato alla Lilt di Treviso un assegno da 1.500 euro. La struttura privata ha messo assieme la cifra destinando alla Lega italiana per la lotta contro i tumori una parte del ricavato delle mammografie effettuate nel mese di ottobre nelle sue sedi. E non è un’iniziativa isolata. Il gruppo Centro di Medicina ha realizzato anche un cortometraggio a sostegno della stessa Lilt nell’ambito della campagna #Anchioalpostosuo per sensibilizzare sulla prevenzione del tumore al seno. Il video, intitolato E tu al posto mio? Fermati. Pensaci. Previeni, pone al centro la testimonianza di donne colpite dalla neoplasia. Tra loro, due trevigiane che hanno affrontato la malattia con modalità diverse ma riprendendo la propria vita in mano.

Articoli di rassegna correlati