Rossano. Accordo tra Comune e il centro anziani Villa Andina per nuovi spazi e parcheggi

Argomento:
Provincia:

Il Giornale di Vicenza, 5 dicembre 2021

Una doppia convenzione è stata firmata a Rossano, tra i responsabili della casa di riposo Centro Anziani Villa Aldina e l’Amministrazione comunale, a beneficio sia della struttura che dei cittadini. Hanno sottoscritto i documenti il capo dell’ufficio tecnico, Adriano Ferraro, l’avvocato Denis Marsan, che ha curato per la casa di riposo le convenzioni, e il direttore dell’Ipab Stefano Garbin.Il primo accordo consentirà alla stessa casa di riposo di usufruire di alcuni locali del blocco nord del confinante centro di medicina di gruppo, pure denominato Villa Aldina. Nella struttura per anziani potranno così essere recuperati nuovi spazi ed essere avviati, una volta definito l’iter burocratico, i lavori di ristrutturazione attesi da anni. È inoltre valorizzato il patrimonio edilizio comunale finalizzato al sociale. Con la seconda convenzione, l’Ipab Villa Aldina rinuncia, concedendone l’uso gratuito al comune, a una porzione delle aree scoperte, nelle quali, una volta installati una recinzione e un nuovo cancello, gli utenti del centro di medicina di gruppo usufruiranno di un parcheggio con venti posti auto, adiacente agli ambulatori. Dal canto suo l’Ipab ne creerà uno nuovo, verso viale Montegrappa, con 35 posti.«La stesura delle convenzioni – ha affermato il sindaco Morena Martini – ha richiesto tempo e dedizione, è stata sospesa nei 15 mesi della pandemia, con medici, infermieri, operatori socio-sanitari e amministrativo impegnati a salvaguardare la salute dei nostri anziani. Alla fine, dopo vari incontri negli ultimi cinque mesi, sono stati definiti gli accordi. Grazie ai nuovi posti auto il comune risparmia più di 100 mila euro. Il ritardo di questo intervento può aver arrecato disagio, ma cda dell’Ipab e Comune hanno anteposto a ogni altra cosa il benessere degli ospiti nella casa di riposo».«È per noi motivo di grande soddisfazione – ha affermato il presidente della struttura socioassistenziale, Giuseppe Siviero – questo traguardo concordato con l’Amministrazione comunale. I nuovi uffici ricavati nel centro medico, a pochi passi dalla casa di riposo, non solo consentiranno una gestione più funzionale della settore amministrativo ma agevoleranno l’ampliamento dell’Ipab, attuati grazie anche al fondo di rotazione regionale. Alla fine la nostra casa di riposo risulterà fra le migliori del territorio».

Articoli di rassegna correlati